Città di Siena ITF 10.000$ 2014, il delegato FIT Forconi: ‘Il nostro torneo punto di riferimento per la provincia, settore giovanile si conferma ai massimi livelli’

20 giugno 2014 – 15:57

Il Città di Siena 2014 è ormai giunto alle battute finali: l’atto conclusivo della kermesse

si terrà domani, sabato 21 giugno, quando alle ore 15.30 Gleb Sakharov e Pedro Cachin si fronteggeranno in finale.

Oltre a regalare momenti di grande tennis, il torneo ha anche costituito l’occasione giusta per compiere una riflessione riguardo l’attività sportiva condotta in provincia; ne abbiamo parlato con Giovanni Forconi, delegato provinciale della FIT.

Qual è l’attività sportiva di Siena a livello di tennis e che evoluzione c’è stata nel tempo?

L’attività provinciale dei circoli affiliati può essere riassunta in attività delle squadre, attività agonistica individuale e attività promozionale.

Quest’ultima è quella che gode del maggiore interesse per il mio ruolo istituzionale poiché oltre ad essere delegato provinciale della FIT sono anche coordinatore del PIA (il progetto dei piani integrati d’area volto a riunire l’attività delle scuole tennis consorziate). In tutta la provincia ci sono una ventina di circoli e tra questi circa la metà risponde ai requisiti richiesti per aderire al progetto.

Grazie agli sforzi compiuti da alcuni Circoli nella provincia di Siena si riesce a fronteggiare la concorrenza degli altri sport rispetto ai quali il tennis risulta più costoso, sia per chi lo pratica che per chi lo organizza, ed il progetto PIA procede con risultati soddisfacenti abbattendo certe barriere e facilitando l’interazione tra giovani atleti.
Più facile è invece gestire i numeri che il tennis riscuote nelle categorie dei “grandi”; è sotto l’occhio di tutti il successo che il nostro sport riscuote sia nelle categorie over, che nella terza e quarta categoria (nella provincia di Siena tutti gli affiliati organizzano con soddisfazione tornei a questi livelli).

Qual è per l’appunto la situazione nel resto dei Circoli?

Diciamo che riusciamo a soddisfare standard corretti ma onestamente vorrei maggiore coinvolgimento e interazione; parlando di numeri, a cialis generique livello individuale il Città di Siena rimane il torneo più importante. E’ al sesto appuntamento e il CT Siena resiste nell’organizzarlo nonostante le tante difficoltà. In molti desistono e abbandonano, a Vico Alto invece vanno avanti e possiamo dire che il Città di Siena è l’evento di riferimento della provincia a livello individuale.

Quello organizzato a Siena è l’unico torneo di livello internazionale ma non possiamo certo dimenticare l’Open femminile, valevole per le pre-qualificazioni agli Internazionali d’Italia che si disputa sempre a Siena nel mese di aprile, e l’Open maschile di Poggibonsi.

Qual è la situazione invece nei campionati affiliati?

A livello maschile il top è offerto dal TC Sinalunga, la cui squadra maschile milita in A2. Per quanto riguarda il settore femminile il CT Siena domina senz’altro la scena; la squadra è composta da giocatrici provenienti dal Circolo ad eccezione di Federica Grazioso, una delle atlete più carismatiche che ha recentemente calcato i campi senesi. Adesso fa anche l’istruttrice a Boca Raton in Florida ma ogni anno ritorna e il suo ruolo è sicuramente fondamentale.

Da menzionare anche i https://www.viagrasansordonnancefr.com/viagra-generique/ grandi risultati del TC Poggibonsi; la squadra maschile è riuscita a riconfermarsi in Serie B ottenendo la salvezza con pieno merito, mentre la squadra di serie C è ai playoff e può ancora ambire al salto di categoria.

In chiusura vorremmo un tuo commento sul settore giovanile. La provincia ha sempre sfornato grandi talenti…

Si, è verissimo. A livello giovanile ci sono Chiara De Vito e Pietro Cortecci (tesserati https://www.acheterviagrafr24.com/achat-viagra-cialis-en-ligne/ del CT Siena), campioni under 16 nel 2013, Gaia Bandini, campionessa toscana under 14 femminile 2014 e Duccio Petreni (tesserato col Circolo di Poggibonsi), campione toscano under 14 2014 del singolo e del doppio. In linea generale tutti i Circoli stanno cercando di migliorare le proprie scuole, dal mio punto di vista auspicherei per il futuro logiche di cooperazione più accentuate e non dinamiche di concorrenza.

Condividi su:
  • Print
  • Digg
  • Sphinn
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Mixx
  • Google Bookmarks
  • Blogplay
  • RSS
  • Twitter
Sportingame